Hai Clienti o Fan? Ecco il Test

In questa settimana parliamo di come costruire velocemente un processo di fiducia nei confronti dei tuoi clienti.

Sai che differenza c’è tra un consumatore ed un Fan? Un Fan rimane molto più fedele al suo Brand.

Un consumatore tradizionale invece va dove tira il vento.

La notizia buona è che puoi trasformare ogni consumatore tradizionale in un tuo inseparabile Fan, proprio come accade nel caso dei consumatori del marchio Apple.

Come?

Pianificando all’interno della tua strategia di marketing uno o più momenti dedicati esclusivamente alla costruzione di fiducia con i tuoi clienti.

ANCHE TU “DISTRUGGI” LA FIDUCIA ANZICHE’ COSTRUIRLA?

Ogni consumatore oggi, freme dalla voglia di poter essere Fan di qualcosa di estremamente utile, funzionale e conveniente.

Il dato che fa riflettere è che oggi molte aziende non danno l’opportunità ai propri clienti di diventare Fan dei loro prodotti, e li allontanano (inconsapevolmente) semplicemente perché li trattano come “normali consumatori”.

Il paradosso è che questa situazione è creata proprio dal tipo di marketing utilizzato dalle aziende stesse, che non comprendono i meccanismi di creazione della fiducia.

COME CAPIRE SE STAI LAVORANDO BENE O MENO BENE NEL PROCESSO DI CREAZIONE DI FIDUCIA CON I TUOI CONSUMATORI? PROVA IL “FAN TEST”

Ti invito a fare questo semplice test: prendi in esame un campione ridotto della tua clientela (10/20 persone dovrebbero bastare) e porgigli le seguenti semplici 2 domande:

1. lei ha mai parlato o consigliato a qualcuno i prodotti della mia azienda?
2. qual’è il motivo che la spinge a ritornare periodicamente nel nostro punto vendita o a usufruire dei nostri prodotti?

La prima risposta serve a verificare se effettivamente il cliente in oggetto si è adoperato spontaneamente per fare pubblicità alla nostra azienda. La seconda invece, serve a determinare quanto sia lontano dalla priorità inconscia del cliente, il fattore prezzo.

Quindi, se la risposta a freddo sarà del tipo: “ritorno perchè qui ci sono ottimi prezzi” e poi in seguito esporrà altre motivazioni, probabilmente saremo davanti ad un consumatore tradizionale, che guarderà altrove alla prima offerta della concorrenza.

Se invece la risposta a freddo sarà del tipo: “perchè mi trovo bene, le persone sono cordiali, trovo sempre quello che mi serve, l’assistenza è ottima, etc..” e solo in seguito parlerà del fattore prezzo, allora probabilmente saremo davanti ad un potenziale Fan, che prima di abbandonare i nostri prodotti e guardare altrove ci penserà molto più di una volta.

Quello della risposta a freddo è un fattore determinante perchè la mente inconscia è a conoscenza di priorità che la mente conscia disconosce. Per questo le prime risposte sono quelle che devono essere analizzate e prese per buone. Tutto ciò che viene dopo è dettato dal “ragionamento” non dalla “necessità”.

I MIEI CLIENTI NON SONO FAN. E ADESSO?

Se i tuoi clienti non sono ancora Fan dei tuoi prodotti è sintomo che ti stai concentrando su uno schema procedurale di creazione fiducia che ha sicuramente qualche lacuna.

Per risolvere il problema puoi leggere questo report speciale. Ti mostrerà quali sono i punti salienti di una strategia di marketing basata esclusivamente sul processo di costruzione della fiducia (PCF) attraverso un caso studio reale analizzato pochi mesi fa.

Considera che questa strategia non è un mero esercizio teorico: anzi è una strategia che ha permesso di generare più di 3.000 euro di vendite con un investimento al di sotto dei 50 euro. E tutto questo in sole 4 settimane.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*